Obiettivi annuali di accessibilità

Un sito web è accessibile quando fornisce informazioni fruibili da parte di tutti gli utenti, compresi coloro che si trovino in situazioni di disabilità.

L'uso delle ICT riduce il cosiddetto “educational divide” verso categorie deboli e svantaggiate (persone con disabilità, stranieri, anziani) che, attualmente, non sono in grado di inserirsi nella società della comunicazione e dell’informazione a causa della situazione economica o fisica oppure a causa della disabilità cognitiva o dell’isolamento e verso cui dovrebbero indirizzarsi le politiche e le strategie d'inclusione.

L’Agenzia per l’Italia Digitale (Agid) ha emanato la circolare n. 61/2013. Obiettivo della circolare è quello di informare le pubbliche amministrazioni sui nuovi adempimenti posti a loro carico dalla recente normativa. In particolare, con riferimento agli obiettivi di accessibilità, l’Agenzia per l’Italia digitale intende anche fornire alle pubbliche amministrazioni sia un questionario, che esse possano utilizzare per effettuare un’autovalutazione circa lo stato di adeguamento dei propri siti e servizi web alla normativa sull’accessibilità, sia un esempio di format per la pubblicazione sui siti web degli obiettivi annuali di accessibilità.

Entro il 31 marzo di ogni anno le Amministrazioni pubbliche hanno l’obbligo di pubblicare sui propri siti web gli “Obiettivi di accessibilità” per l’anno corrente.

L’Agenzia per l’Italia Digitale recepisce le segnalazioni di eventuali inadempienze relative all’accessibilità dei siti web delle PA. Qualora l’Agenzia ritenga fondata la segnalazione, richiede al soggetto erogatore l'adeguamento dei servizi erogati, assegnando un termine non superiore a 90 giorni per adempiere.

Le segnalazioni dovranno essere effettuate utilizzando un apposito modulo segnalazione di inadempienza predisposto dall’Agenzia per l’Italia Digitale.

In allegato gli obiettivi annuali sull'accessibilità 2013 dell'istituto comprensivo 1 di Città Sant'Angelo .

 

Allegati: